Rime di Francesco Petrarca, Opseg 1

Naslovnica
S. Nistri, 1817
0 Recenzije
Recenzije se ne potvrđuju, ali Google provjerava ima li lažnog sadržaja i uklanja ga kad ga otkrije
 

Što ljudi govore - Napišite recenziju

Na uobičajenim mjestima nismo pronašli nikakve recenzije.

Odabrane stranice

Ostala izdanja - Prikaži sve

Uobičajeni izrazi i fraze

Popularni odlomci

Stranica 68 - Gentil mia donna, i' veggio Nel mover de' vostr' occhi un dolce lume, Che mi mostra la via ch. al ciel conduce ; E per lungo costume Dentro là dove sol con Amor seggio, Quasi visibilmente il cor traluce. Quest' é la vista ch
Stranica 132 - Per 1' altru' impoverir se' ricca e grande ; Poi che di mal oprar tanto ti giova : Nido di tradimenti ; in cui si cova Quanto mal per lo mondo oggi si spande ; Di vin serva, di letti e di vivande, In cui lussuria fa 1' ultima prova. Per le camere tue fanciulle e vecchi Vanno trescando, e Belzebub in mezzo, Co' mantici, e col foco, e con gli specchi.
Stranica 65 - 1 sangue vago per le vene agghiaccia , Risalda '1 cor perché più tempo avvampi . O poggi , o valli , o fiumi , o selve , o campi, O testimon della mia grave vita , Quante volte m...
Stranica 21 - Con lei foss' io da che si parte il sole , E non ci vedess' altri che le stelle, Sol una notte, e mai non fosse l...
Stranica 120 - n fra duo poggi siede ombrosa valle, Ivi s' acqueta l' alma sbigottita : E com' Amor la 'nvita , , Or ride or piagne, or teme or s' assicura ; E 'l volto , che lei segue ov' ella il mena , Si turba e rasserena , Ed in un esser picciol tempo dura : Onde alla vista , uom di tal vita esperto Diria : questi arde, e di suo stato è incerto. Per alti monti e per selve aspre trovo Qualche riposo : ogni abitato loco KJnemico mortai degli occhi miei.
Stranica 121 - Et a pena vorrei cangiar questo mio viver dolce amaro, ch' i' dico - Forse ancor ti serva Amore ad un tempo migliore; forse a te stesso vile, altrui se' caro. Et in questa trapasso sospirando : - Or potrebbe esser vero? or come? or quando? Ove porge ombra un pino alto od un colle, talor m'arresto, e pur nel primo sasso disegno co la mente il suo bel viso Poi ch' a me torno, trovo il petto molle de la pietate, et allor dico : - Ahi lasso, dove se...
Stranica 33 - Una parte del mondo è, che si giace Mai sempre in ghiaccio ed in gelate nevi, Tutta lontana dal cammin del Sole: Là, sotto i giorni nubilosi e brevi, Nemica naturalmente di pace. Nasce una gente, a cui '1 morir non dole.
Stranica 110 - ... n un punto m'agghiaccia e mi riscalda. CVI Com'ella dolce lo prese nel laccio d'amore. Nova angeletta sovra l'ale accorta scese dal cielo in su la fresca riva, là 'nd'io passava sol per mio destino: poi che senza compagna e senza scorta mi vide, un laccio che di seta ordiva tese fra l'erba ond'è verde il camino: allor fui preso; e non mi spiacque poi, si dolce lume uscia de gli occhi suoi.
Stranica 125 - S'a mal mio grado, il lamentar che vale? O viva morte, o dilettoso male, Come puoi tanto in me s
Stranica 183 - L'abito eletto, e mai non visto altrove; Che dolcemente i piedi e gli occhi move Per questa di bei colli ombrosa chiostra. L'erbetta verde, ei fior di color mille, Sparsi sotto quell'elee antiqua e negra, Pregan pur che '1 bel piè li prema o tocchi.

Bibliografski podaci