Slike stranica
PDF
ePub

di Pola.

di Pola.

[ocr errors][merged small][merged small][merged small][merged small]

32. LUCIO

UCIO SERGIO edile, e duumviro di Pola si legge nell'arco de' Sergii detto Porta Aurea in quella città

L. SERGIVS. C. FILIVS

AED. IIVIR

33. CAIO SERGIO figlio di Caio come il precedente si legge pure sopra lo stesso arco, il quale fu edile e duumviro quinquennale ed ambidue fratelli, ai quali ed al padre la sorella Salvia eresse quel sepolcrale monumento. È già noto che il duumvirato era la suprema magistratura nelle colonie, e nei municipii, e corrispondeva al consolato di Roma.

C. SERGIVS. C. F.
AED. IIVIR. QVINQ.

34. LUCIO CASSIO LONGINO, e 35. LUCIO CALPURNIO PISONE duumviri si trova scolpito sopra l'arco di Ercole in Pola situato nelle mura a levante della città:

L. CASSIVS. C. F. LONGIN.

L. CLALPVRNIVS. L. F. PISO
II. VIR.

Di quest' arco ne diedi il disegno in tavola
e ne parlai nel Saggio sopra l'An-
fiteatro di Pola pag. 88,
pag. 88, Venezia per G.

in rame,

Picotti 1822.

di Pola.

36. CAIO CETACIO SEVERIANO edile e di Trieste. duumviro di Trieste abbiamo in lapida riferita dal Grutero, dal Muratori e dal Carli T. II pag. 92, 308.

CAIO. CETATIO. PVPILIANO

SEVARIANO

AEDILI . H . VIRO. IVRA. DICENTI

TERGESTE

CAIVS. GETATIVS. PVPILIANVS

PATER. DICAVIT.

di Trieste.

di Trieste.

37. MARCO SURÍNO MARCELLO triumviro, edile, prefetto giusdicente, duumviro pontefice, prefetto quinquenale degli arteficil, ci presenta bella inscrizione di Trieste. Carli T. II. p. 308.

M. SVRINVS . M. F. MARCELLVS
III. AED. PRAEF. I. D. II. VIR.
PONTIF. PRAEF. FABR. QVINQ.
D. D. M. SVRINVS . M. F.
MARCELLVS. FILIVS.

38 ISPANIO LENTulo, e

39. NIPOTE furono ambidue duumviri di Trieste, come dalla lapida indicata al n. 10 precedentemente del senatore Fabio Severo. Duumviro fu pure di Trieste Lucio Vario Papiriano, di cui si parlò al

n. 12.

Si potrebbe qui aggiungere, come creduto DVUMVIRO SESTO BRINNARIO CERTO, il quale per voto fabbricò un portico di 100 passi di larghezza in Capodistria ad un tempio a deità ignota, delle cui colonne, quat

tro al presente sostengono l' organo della cattedrale, ed alcune si attrovano nel campanile di Monfalcone. Di ciò ne parlano il Zeno nelle lettere, il Carli nella lettera al Grimani, e nella Raccolta opuscoli scientifici del 1772. L' epigrafe seguente esiste nel vescovato di Capodistria.

SEX. BRINNARIVS

CERTVS

VOTO. COMPOS. PECVN. SVA. PORTIC. FECIT. LON. P. C.

DECURIONI 2.

40. TORBASIO decurione di Pola, si ha una lapida di quella città rinvenuta e registrata dal Carli Ant. Ital. T. III. p. xxxiv. Il decurionato nelle città di provincia corrispondeva al senato di Roma.

41. CNEIO POMPEIO GIUSTINO decurione di Trieste. di Trieste c'insegna essere stato la inscrizione p. XLIV. del tomo terzo delle Ant. It. del Carli, la quale fu ritrovata in Trieste.

di Pola.

di Pola.

Istriano.

di Pola.

di Trieste

TRIUMVIRI 1.

42 ARIO IMIGENIO triumviro, che dobbiam credere capitale ci fa conoscere una lapida di Pola, situata nella muraglia del monastero di S. Benedetto di quella città, registrata dal Carli Ant. It. T. III.

P. L.

QUADRUMVIRI 1.

43. PUBLIO MARCIO istriano apparisce quadrumviro di Spoleti, come da lapida colà ritrovata, che si attrova in Grutero p. cxciv. n. 6, e nel Carli T. II. p. 86 dell' opera citata.

SEVIRI 4.

44. LVCIO CARPENNIO SABINO Seviro di Pola ritrovasi in monumento scoperto in Arezzo, la di cui tribù fu la Pomptina. Carli id. T. II. p. 62.

45. QUINTO CEDIO seviro di Trieste impariamo da lapida, su cui quasi tutti gli an

« PrethodnaNastavi »