Indici ricchissimi che spiegano tutte le cose più difficili, e tutte l'erudizioni della Divina commedia di Dante Alighieri: e tengono la vece d'un intero comento

Naslovnica
Molinari, 1819 - Broj stranica: 539
0 Recenzije
Recenzije se ne potvrđuju, ali Google provjerava ima li lažnog sadržaja i uklanja ga kad ga otkrije
 

Što ljudi govore - Napišite recenziju

Na uobičajenim mjestima nismo pronašli nikakve recenzije.

Odabrane stranice

Ostala izdanja - Prikaži sve

Uobičajeni izrazi i fraze

Popularni odlomci

Stranica 196 - ... quali, senza mai farvi ristoro, portarne via non si vedea mai stanco un vecchio, e ritornar sempre per anco.
Stranica 127 - Villon sut le premier, dans ces siècles grossiers, Débrouiller l'art confus de nos vieux romanciers.
Stranica 199 - Il perso è un colore misto di purpureo e di nero, ma vince il nero...
Stranica 365 - Italia ; e soccorre la Chiesa. Par. 6, 96. CARLO MARTELLO - secondogenito di Carlo Zoppo re di Puglia. Fu costui principe virtuoso, e grande amico del Poeta nostro. Fu signore di Puglia , di Sicilia e di Provenza ; ma essendo poi coronato re d' Ungheria, Roberto suo fratello, principe di Durazzo, occupò tutti i suddetti stati.
Stranica 523 - La meretrice, che mai dall' ospizio Di Cesare non torse gli occhi putti, Morte comune, e delle Corti vizio, Infiammò contra me gli animi tutti , E gì' infiammati infiammar sì Augusto, Che i lieti onor tornaro in tristi lutti. L' animo mio per disdegnoso gusto, Credendo col morir fuggir disdegno, Ingiusto fece me contra me giusto.
Stranica 456 - Betulia, città della Giudea. Costui fu ingannato da Giuditta, bellissima e santissima vedova di quella città, che avendosi, per divina ispirazione, messo in cuore di liberare la patria, usci a visitarlo ne* padiglioni; e dopo d...
Stranica 358 - Marco - che c.icció di Roma il re Tarquinio Superbo, e diede alia patria la liberta. In. 4, 127. Bruto , Marco - uccisore di Giulio Cesare che adottato lo avea per figliuolo. In. 34, Bruto e Cassie - disfatti in Tessaglia da
Stranica 45 - Cerchio di merigge - cioè, il meridiano, uno de' maggiori della sfera. Che qua e là, come gli aspetti, fassi. cioè, che si cangia e varia secondo le diverse abitazioni degli uomini sopra la terra, che riguardano il corso del sole; e secondo i diversi orizzonti.
Stranica 334 - ... suoi sgherri, che quando comandasse che si portassero le frutte, uccidessero tutti i convitati, venne a fine de
Stranica 400 - V. Clemente V. chiamato dal Poeta per li suoi laidi costumi, mal di Francia.

Bibliografski podaci