I versi latini di Giovanni del Virgilio e di Dante Allighieri

Naslovnica
Per l'Agenzia libraria di Firenze, 1845 - Broj stranica: 226
0 Recenzije
Recenzije se ne potvrđuju, ali Google provjerava ima li lažnog sadržaja i uklanja ga kad ga otkrije
 

Što ljudi govore - Napišite recenziju

Na uobičajenim mjestima nismo pronašli nikakve recenzije.

Odabrane stranice

Ostala izdanja - Prikaži sve

Uobičajeni izrazi i fraze

Popularni odlomci

Stranica 130 - Lì si cantò, non Bacco, non Peana, Ma tre Persone in divina natura, Ed in una persona essa e l
Stranica 26 - Or quel che t' era retro t' è davanti ; Ma perchè sappi che di te mi giova, Un corollario voglio che t' ammanti. Sempre natura, se fortuna trova Discorde a sè, come ogni altra semente Fuor di sua region, fa mala prova. E, se il mondo laggiù ponesse mente Al fondamento che natura pone, Seguendo lui, avria buona la gente. Ma voi torcete alla religione Tal che fia nato a cingersi la spada, E fate re di tal ch' è da sermone ; Onde la traccia vostra è fuor di strada.
Stranica 25 - Peloro, sopra il golfo Che riceve da Euro maggior briga, Non per Tifeo, ma per nascente solfo, Attesi avrebbe li suoi regi ancora, Nati per me di Carlo e di Ridolfo, Se mala signoria, che sempre accora Li popoli suggetti, non avesse Mosso Palermo a gridar : Mora, mora. E se mio frate questo antivedesse, L...
Stranica 188 - Così mezzo fra stordito e sdegnato, né so qual più, cominciai alcune poche cose a dire in quella lingua che portai meco dalle fasce; la quale fu loro poco più familiare e domestica, che la latina si fosse. Onde in cambio d'apportar loro allegrezza e diletto, seminai nel fertilissimo campo dell' ignoranzia di quelli abbondantissimo seme di maraviglia e di confusione.
Stranica 188 - ... ogni sfrenata lascivia. Perché m'è paruto darvi questo breve avviso della legazione che per vostra parte ho eseguita; pregandovi, che, quantunque ogni autorità di comandarmi abbiate, a simili imprese più non vi piaccia mandarmi .- delle quali né voi riputazione, né io per alcun tempo consolazione alcuna spero.
Stranica 154 - Nel ms. franai. (5) Dubito, se la virgola vada qui, o dopo nove, la qual parola non so nemmeno se abbia a prendersi per avverbio, o per nome. In qualunque modo, intendi sanamente; che se Àlfesibco qui parla da Platonico, egli Dante parla da Cristiano per bocca di Beatrice nel e.
Stranica 188 - Icetitia,1 che mi fu mandato a dire, o ch'io cercassi d' alcuno interprete, o che mutassi favella. Cosi mezzo fra stordito e sdegnato, né so qual più, cominciai alcune poche cose a dire in quella lingua che portai meco dalle fasce; la quale fu loro poco più familiare...
Stranica 187 - Rerum dominos, gentemque togatam? Misera veramente e mal condotta plebe, da che tanto insolentemente oppressa, tanto vilmente signoreggiata, e tanto crudelmente vessata sei da questi uomini nuovi, destruttori delle Leggi antiche ed autori d...
Stranica 103 - Distribuì agli estinti il proprio sito Egli, ed il regno delle doppie spade, Di retore e di loico usando il rito. Presso al morir suonar feo le contrade Pierie al suon di pastorali avene; Ma il coglie Atropo, ahi cruda ! e l
Stranica 122 - ... io fossi figura di sigillo, a' privilegi venduti e mendaci ond' io sovente arrosso e disfavillo. In veste di pastor lupi rapaci si veggion di quassù per tutti i paschi : o difesa di Dio, perchè pur giaci ? Del sangue nostro Caorsini e Guaschi s'apparecchian di bere.

Bibliografski podaci