Aminta: favola boscareccia

Naslovnica
G.B. Paravia e c., 1926 - Broj stranica: 138
0 Recenzije
Recenzije se ne potvrđuju, ali Google provjerava ima li lažnog sadržaja i uklanja ga kad ga otkrije
 

Što ljudi govore - Napišite recenziju

Na uobičajenim mjestima nismo pronašli nikakve recenzije.

Odabrane stranice

Ostala izdanja - Prikaži sve

Uobičajeni izrazi i fraze

Popularni odlomci

Stranica 65 - ... un cor tante in sé vertuti accolse? benché la somma è di mia morte rea. Per divina bellezza indarno mira, chi gli occhi de costei già mai non vide, come soavemente ella gli gira; non sa come Amor sana e come ancide chi non sa come dolce ella sospira e come dolce parla e dolce ride.
Stranica 49 - 1 Signore, anzi '1 nimico mio; a ciascun remo un penser pronto e rio che la tempesta e '1 fin par ch'abbi a scherno; la vela rompe un vento umido, eterno di sospir, di speranze e di desio; pioggia di lagrimar, nebbia di sdegni bagna e rallenta le già stanche sarte, che son d'error con ignoranza attorto. Celansi i duo mei dolci usati segni; morta fra l'onde è la ragion e l'arte: tal ch'i "ncomincio a desperar del porto.
Stranica 37 - La cagion de' sospiri. Così fui prima amante ch'intendessi Che cosa fosse amore. Ben me n'accorsi al fine; ed in qual modo, Ora m'ascolta, e nota.
Stranica 21 - Poco mancò ch'io non rimasi in cielo. 87 xxvi rEFIRO torna, e '1 bel tempo rimena, ' E i fiori e l'erbe, sua dolce famiglia, E garrir Progne e pianger Filomena, E primavera candida e vermiglia. Ridono i prati, e '1...
Stranica 33 - Sì ch'io mi credo omai che monti e piagge E fiumi e selve sappian di che tempre Sia la mia vita, ch'è celata altrui.
Stranica 123 - Silvia. Sin qui vissi a me stessa, A la mia feritate: or quel ch'avanza, Viver voglio ad Aminta; E, se non posso a lui, Viverò a '1 freddo suo 180 Cadavero infelice.
Stranica 67 - In somma, tu sei goffo insieme e tristo. Ora, per dirti il ver, non mi risolvo se Silvia è semplicetta, come pare a le parole, a gli atti.
Stranica 54 - Nel giallo della rosa sempiterna, Che si dilata, rigrada e redole Odor di lode al sol che sempre verna, Qual...
Stranica 74 - Gli animi move a lieti e dolci amori, Molte donne tentai, di molte i cori Molli trovai, rado alma a me fu dura. Pur non fermai giammai la stabil cura In saldo oggetto, ed incostanti amori Furo i miei sempre e non cocenti ardori, Fin eh' io vidi la vostra alma figura. Ma non ai tosto un vostro dolce sguardo S'offerse a gli occhi ed infiammommi il petto, Che inestinguibil fiamma in me s
Stranica 8 - Ella mi segue, Dar promettendo a chi m'insegna a lei, O dolci baci, o cosa altra più cara; Quasi io di dare in cambio non sia buono A chi mi tace o mi nasconde a lei, O dolci baci, o cosa altra più cara.

Bibliografski podaci