Rime di Francescco Petrarca

Naslovnica
F. Le Monnier, 1854 - Broj stranica: 447
0 Recenzije
Recenzije se ne potvrđuju, ali Google provjerava ima li lažnog sadržaja i uklanja ga kad ga otkrije
 

Što ljudi govore - Napišite recenziju

Na uobičajenim mjestima nismo pronašli nikakve recenzije.

Sadržaj


Ostala izdanja - Prikaži sve

Uobičajeni izrazi i fraze

Popularni odlomci

Stranica 108 - Qui tutta umile, e qui la vidi altera : Or aspra, or piana, or dispietata, or pia ; Or vestirsi onestate, or leggiadria; Or mansueta, or disdegnosa e fora. Qui cantò dolcemente, e qui s' assise; Qui si rivolse, e qui rattenne il passo : Qui co' begli occhi mi trafisse il core; Qui disse una parola, e qui sorrise ; Qui cangiò '1 viso.
Stranica 149 - Quando un cor tante in sé virtuti accolse? Benché la somma è di mia morte rea ! Per divina bellezza indarno mira chi gli occhi di costei giammai non vide come soavemente ella gli gira. Non sa come Amor sana e come ancide chi non sa come dolce ella sospira, e come dolce parla e dolce ride.
Stranica 178 - Dolci ire, dolci sdegni e dolci paci, Dolce mal, dolce affanno e dolce peso, Dolce parlar e dolcemente inteso, Or di dolce óra, or pien di dolci faci. Alma, non ti lagnar, ma soffri e taci, E tempra il dolce amaro che n' ha offeso , Col dolce onor che d' amar quella hai preso, A cu
Stranica 427 - Voi, cui Fortuna ha posto in mano il freno Delle belle contrade, Di che nulla pietà par che vi stringa, Che fan qui tante pellegrine spade...
Stranica 93 - ... che l'esca amorosa al petto avea, qual meraviglia se di subito arsi? Non era l'andar suo cosa mortale, ma d'angelica forma; e le parole sonavan altro, che pur voce umana. Uno spirto celeste, un vivo sole fu quel ch' i' vidi: e se non fosse or tale, piaga per allentar d'arco non sana.
Stranica 16 - 1 gran lume gli offende , Non escon fuor se non verso la sera : Ed altri col desio folle ; che spera Gioir forse nel foco , perchè splende ; Provan 1' altra virtù , quella che 'ncende . Lasso , il mio loco è 'n questa ultima schiera ; Ch...
Stranica 74 - 1 piacer s' accende Che dolcemente mi consuma e strugge ; Come sparisce e fugge Ogni altro lume dove '1 vostro splende, Così de lo mio core, Quando tanta dolcezza in lui discende, Ogni altra cosa, ogni pensier va fore , E sol ivi con voi rimansi Amore. IV. Quanta dolcezza unquanco Fu in cor d' avventurosi amanti, accolta Tutta in un loco, a quel ch...
Stranica 128 - n più deserto lido, Tanto più bella il mio pensier l'adombra.
Stranica 118 - Chiare, fresche e dolci acque, Ove le belle membra Pose colei che sola a me par donna; Gentil ramo, ove piacque (Con sospir mi rimembra) A lei di fare al bel fianco colonna; Erba e fior, che la gonna Leggiadra ricoverse Con l' angelico seno ; Aer sacro sereno, Ov' Amor co' begli occhi il cor m' aperse : Date udienza insieme Alle dolenti mie parole estreme.
Stranica 130 - 1 pianto e '1 lamento? S'a mal mio grado, il lamentar che vale? O viva morte, o dilettoso male, Come puoi tanto in me s

Bibliografski podaci