Storia della letteratura italiana...

Naslovnica
Presso Molini, Landi, e Company, 1806
0 Recenzije
Recenzije se ne potvrđuju, ali Google provjerava ima li lažnog sadržaja i uklanja ga kad ga otkrije
 

Što ljudi govore - Napišite recenziju

Na uobičajenim mjestima nismo pronašli nikakve recenzije.

Odabrane stranice

Ostala izdanja - Prikaži sve

Uobičajeni izrazi i fraze

Popularni odlomci

Stranica 473 - Dell' umana natura posto in bando : Che in la mente m' è fitta, ed or m'accora La cara e buona imagine paterna • - Di voi, quando nel mondo ad ora ad ora M...
Stranica 473 - Ed egli a me: Se tu segui tua stella, Non puoi fallire a glorioso porto, Se ben m...
Stranica 370 - Pur Virgilio si trasse a lei, pregando Che ne mostrasse la miglior salita; E quella non rispose al suo dimando: Ma di nostro paese e della vita 70 C
Stranica 404 - Uno giovane gentile, figliuolo di messer Cavalcante Cavalcanti, nobile cavaliere, chiamato Guido, cortese e ardito, ma sdegnoso e solitario e intento allo studio, nimico di messer Corso, avea più volte deliberato offenderlo. Messer Corso forte lo temea, perché lo...
Stranica 393 - Per ben dolermi, prima ch' allo stremo. Quali nella tristizia di Licurgo Si fer duo figli a riveder la madre, Tal mi fec' io , ma non a tanto insurgo : Quando i' udì nomar se stesso il padre Mio , e degli altri miei miglior, che mai Rime d' amore usar dolci e leggiadre.
Stranica 402 - Così fer molti antichi di Guittone, di grido in grido pur lui dando pregio fin che l'ha vinto il ver con più persone.
Stranica 347 - Et porce que lengue franceise cort parmi le monde et est la plus delitable a lire et a oi'r que nule autre...
Stranica 26 - Tanto eh' io ne perdei lo sonno ei polsi. * La meretrice, che mai dall' ospizio Di Cesare non torse gli occhi putti, 65 Morte comune, e delle corti vizio, Infiammò contra me gli animi tutti, E gì' infiammati infiammar sì Augusto, Che i lieti onor tornaro in tristi lutti. L' animo mio per disdegnoso gusto, 70 Credendo col morir fuggir disdegno, Ingiusto fece me contra me giusto.
Stranica 26 - Augusto, Che i lieti onor tornare in tristi lutti. L'animo mio, per disdegnoso gusto, Credendo col morir fuggir disdegno, Ingiusto fece me contra me giusto. Per le nuove radici d' esto legno Vi giuro, che giammai non ruppi fede Al mio signor, che fu d
Stranica 182 - L' alta mia tragedia in alcun loco, Ben lo sai tu che la sai tutta quanta '. Quell

Bibliografski podaci