Le Rime

Naslovnica
Presso Giuseppe Bortoli., 1739 - Broj stranica: 623
0 Recenzije
Recenzije se ne potvrđuju, ali Google provjerava ima li lažnog sadržaja i uklanja ga kad ga otkrije
 

Što ljudi govore - Napišite recenziju

Na uobičajenim mjestima nismo pronašli nikakve recenzije.

Odabrane stranice

Uobičajeni izrazi i fraze

Popularni odlomci

Stranica 3 - Voi ch'ascoltate in rime sparse il suono di quei sospiri ond'io nudriva '1 core in sul mio primo giovenile errore, quand'era in parte altr'uom da quel ch'i' sono, del vario stile in ch'io piango e ragiono fra le vane speranze e '1 van dolore, ove sia chi per prova intenda amore, spero trovar pietà, non che perdono. Ma ben...
Stranica 70 - 1 fascio antico de le mie colpe e de l'usanza ria ch'i' temo forte di mancar tra via e di cader in man del mio nemico. Ben venne a dilivrarmi un grande amico, per somma et ineffabil cortesia ; poi volò fuor de la veduta mia si ch'a mirarlo indarno m'affatico.
Stranica 107 - 1 terren ch'l' toccai pria? Non è questo '1 mio nido, Ove nudrito fui si dolcemente ? Non è questa la patria in ch'io mi fido, Madre benigna e pia, Che copre l'uno e l'altro mio parente? Per Dio, questo la mente Talor vi mova ; e con pietà guardate Le lagrime del popol doloroso, Che sol da voi riposo, Dopo Dio, spera : e, pur che voi mostriate Segno alcun di pietate, Virtù contra furore Prenderà l'arme; e fia '1 combatter corto; Che l'antico valore Nell' italici cor non è ancor morto.
Stranica 182 - Questa più d' altra è bella, e più pudica. Forse vuoi Dio tal di virtute amica Torre alla terra , e 'n ciel farne una stella ; Anzi un sole : e se questo è , la mia vita , I miei corti riposi , ei lunghi affanni Son giunti al fine. O dura dipartita, Perché lontan m' hai ratto da
Stranica 246 - Dicean tra lor , perch' abito si adorno Dal mondo errante a quest' alto soggiorno Non saH mai in tutta questa etate . Ella contenta aver cangiato albergo, Si paragona pur coi più perfetti ; E parte ad or ad or si volge a tergo , Mirando s'io la seguo ; e par ch'aspetti : Ond'io voglie e pensier tutti al ciel ergo ; Perdi' io 1' odi? pregar pur ch' i' m
Stranica 105 - Voi, cui Fortuna ha posto in mano il freno Delle belle contrade, Di che nulla pietà par che vi stringa, Che fan qui tante pellegrine spade?
Stranica 143 - Per aspro mare a mezza notte il verno Infra Scilla e Cariddi; ed al governo Siede '1 signor, anzi '1 nemico mio. A ciascun remo un pensier pronto...
Stranica 295 - Ma chi non ve la pone ? e, s' ei si trova Alla fine ingannato , è ben ragione. O ciechi, il tanto affaticar che giova? Tutti tornate alla gran madre antica, E '1 nome vostro appena si ritrova. 9» Pur delle mille un' utile fatica , Che non sian tutte vanità palesi, Chi 'ntende i vostri studj , sì me1 dica.
Stranica 145 - mperla e 'nnostra l'abito eletto e mai non visto altrove; che dolcemente i piedi e gli occhi move per questa di bei colli ombrosa chiostra. L'erbetta verde ei fior di color mille, sparsi sotto quell'elee antiqua e negra, pregan pur che '1 bel pie li prema o tocchi.
Stranica 219 - 1 bel tempo rimena ei fiori e l'erbe, sua dolce famiglia, e garrir Progne e pianger Filomena, e primavera candida e vermiglia...

Bibliografski podaci