La Cultura: rivista di scienze, lettere ed arti ..., Opseg 26

Naslovnica
1907
0 Recenzije
Recenzije se ne potvrđuju, ali Google provjerava ima li lažnog sadržaja i uklanja ga kad ga otkrije
 

Što ljudi govore - Napišite recenziju

Na uobičajenim mjestima nismo pronašli nikakve recenzije.

Ostala izdanja - Prikaži sve

Uobičajeni izrazi i fraze

Popularni odlomci

Stranica 158 - Allora l'amor di sistema, o finto, o vero e derivante da persuasione, è dannosissimo al vero; perché i particolari si tirano per forza ad accomodarsi al sistema formato prima della considerazione di essi particolari, dalla quale il sistema dovea derivare, ed a cui doveva esso accomodarsi. Allora le cose si travisano, i rapporti si sognano, si considerano i particolari in quell'aspetto solo che favorisce il sistema, in somma le cose servono al sistema, e non il sistema alle cose, come dovrebb'essere.
Stranica 39 - In Corrado Brando non è glorificato il delitto, come pretendono i grossi ei sottili Beoti, ma son manifestate - con i segni proprii dell'arte tragica - l'efficacia e la dignità del delitto concepito come virtù prometèa.
Stranica 39 - È necessario ripetere ancóra che nello spazio scenico non può aver vita se non un mondo ideale? che il Carro di Tespi, come la Barca d'Acheronte, è così lieve da non poter sopportare se non il peso delle ombre o delle imagini umane?
Stranica 156 - ... quel che ci par bene sia bene, se quel che male sia male; perché vorremo noi dire che l'universo sia buono, in grazia di quello che ci par buono, e non piuttosto, che sia malo in vista di quanto ci par malo, ch'è almeno altrettanto? Astenghiamoci dunque dal giudicare, e diciamo che questo è uno universo, che questo è un ordine: ma se buono o cattivo non lo diciamo.
Stranica 156 - ... è uno universo, che questo è un ordine: ma se buono o cattivo non lo diciamo. Certo è che per noi, e relativamente a noi, nella più parte è cattivo: e ciascuno di noi per questo conto l'avria saputo far meglio, avendo la materia, l'onnipotenza in mano.
Stranica 39 - Barca d'Acheronte,1 è così lieve da non poter sopportare se non il peso delle ombre o delle imagini umane ? che lo spettatore deve aver coscienza di trovarsi innanzi a un'opera di poesia e non innanzi a una realtà empirica e ch'egli tanto è più nobile quanto più atto a concepire il poema come poema?
Stranica 282 - Un bel raggio di sole mi s'è confitto in mente e uscir non vuole. Mentre china al lavoro guidavi con la man l'opra de l'ago che in su la tela rapido scorrea; il sole un raggio d'oro t'intrecciò fra le chiome, e destò un vago incendio a torno: il cuore mi dicea: — Questa verace dea or torna in cielo, e qui più star le duole.
Stranica 245 - ART. 2. Le collezioni di oggetti d'arte e di antichità, i monumenti ed i singoli oggetti di importanza artistica ed archeologica, appartenenti a fabbricerie, a confraternite, ad enti ecclesiastici di qualsiasi natura, e quelli che adornano chiese e luoghi dipendenti o altri edifici pubblici, sono inalienabili. - Sono altresì inalienabili tanto le collezioni quanto i singoli oggetti d'arte e di antichità non facienti parte di collezioni, ma compresi fra quelli che nel catalogo, di cui...
Stranica 160 - E da questo immaginare cominciai ad andare là ov'ella si dimostrava veracemente, cioè nelle scuole de' religiosi e alle disputazioni de' filosofanti; sicché in piccol tempo, forse di trenta mesi, cominciai tanto a sentire della sua dolcezza, che '1 suo amore cacciava e distruggeva ogni altro pensiero...
Stranica 6 - Siècle, un seicentismo (5) critico, discorsi brillanti tutto a rapporti ed a concetti. Il parallelismo ebbe il suo significato, quando la critica avea per fondamento certe regole e certi esemplari, con cui si ragguagliavano tutte le opere d'arte: furono i tempi dell'autorità e della tradizione. Quel criterio non è più riconosciuto, ma è rimasto il mal vezzo di far paralleli.

Bibliografski podaci