Le rime

Naslovnica
Poligrafia italiana, 1847 - Broj stranica: 432
0 Recenzije
Recenzije se ne potvrđuju, ali Google provjerava ima li lažnog sadržaja i uklanja ga kad ga otkrije
 

Što ljudi govore - Napišite recenziju

Na uobičajenim mjestima nismo pronašli nikakve recenzije.

Odabrane stranice

Ostala izdanja - Prikaži sve

Uobičajeni izrazi i fraze

Popularni odlomci

Stranica 80 - I' l'ho più volte (or chi fia che m'il creda ?) Ne l'acqua chiara e sopra l'erba verde Veduto viva, e nel troncon d'un faggio, E 'n bianca nube, sì fatta che Leda Avria ben detto che sua figlia perde, Come stella che '1 sol copre col raggio...
Stranica 46 - 1 piacer s' accende Che dolcemente mi consuma e strugge ; Come sparisce e fugge Ogni altro lume dove '1 vostro splende -, Così dello mio core , Quando tanta dolcezza in lui discende , Ogni altra cosa , ogni pensier va fore ; E sol ivi con voi rimansi Amore. Quanta dolcezza unquanco Fu in cor d...
Stranica 4 - 1 fren per forza a sé raccoglie, l'ini rimango in signoria di lui, Che mal mio grado a morte mi trasporta, Sol per venir al Lauro onde si coglie Acerbo frutto, che le piaghe altrui, Gustando, affligge più, che non conforta.
Stranica 71 - Or vedi, Amor, che giovenetta donna Tuo regno sprezza e del mio mal non cura, E tra duo ta
Stranica 45 - Gentil mia Donna, i' veggio Nel mover de' vostr' occhi un dolce lume Che mi mostra la via ch' al Ciel conduce; E per lungo costume, Dentro là dove sol con Amor seggio Quasi visibilmente il cor traluce. Quest' è la vista ch
Stranica 123 - Rapido fiume, che d'alpestra vena rodendo intorno, onde '1 tuo nome prendi, notte e dì meco disioso scendi ov'Amor me, te sol Natura mena, vattene innanzi : il tuo corso non frena né stanchezza né sonno; e pria che rendi suo dritto al mar, fiso u' si mostri attendi l'erba più verde, e l'aria più serena.
Stranica 75 - Chiare, fresche e dolci acque , :, . . Ove le belle membra Pose colei che sola a me par donna; Gentil ramo, ove piacque ( Con sospir mi rimembra ) A lei di fare al bel fianco colonna ; Erba e flor, che la gonna Leggiadra ricoverse Con l'angelico seno; Aer sacro sereno, Ov'Amor co' begli occhi il cor m'aperse; Date udienza insieme Alle dolenti mie parole estreme.
Stranica 170 - Né mai pietosa madre al caro figlio né donna accesa al suo sposo diletto die con tanti sospir, con tal sospetto, in dubbio stato si fedel consiglio, come a me quella che '1 mio grave...
Stranica 1 - ... 1 van dolore, ove sia chi per prova intenda amore, spero trovar pietà, non che perdono. Ma ben veggio or...
Stranica 80 - Ove d'altra montagna ombra non tocchi verso '1 maggiore e '1 più espedito giogo, tirar mi suoi un desiderio intenso. Indi i miei danni a misurar con gli occhi comincio, e 'ntanto lagrimando sfogo di dolorosa nebbia il cor condenso, allor eh' i' miro e penso quanta aria dal bel viso mi diparte, che sempre m'è sì presso e sì lontano.

Bibliografski podaci