Slike stranica
PDF
ePub

е

24. Publio PALPELIO figlio di Publio, e di Trieste. forse fratello del proconsole Sesto, fu primieramente primo-pilo nella legione XX e poscia tribuno militare della legione VII, come sta scritto a grandi lettere in marmo lungo quasi otto piedi, posto nel muro presso il battisterio in Trieste. Carli Ant. Ital. T. 1. p. 73, e T. II. p. XLVIII.

[merged small][ocr errors]

QVIRINALIS . P. P. LEG. XX. TRIB. MILIT. LEG. VII.
PRAEF. II. CLASSIS
II.

25. LUCIO FLAMINIO figlio di Lucio, Istriano. istriano, tribuno militare, rilevasi da lapida ritrovata in Aquileja, pubblicata dal co. Girolamo Asquini, ed ora esistente in Udine in casa del sig. Tullio, la quale ci fa conoscere tre Flaminj tribuni, istriani, e fratelli, perchè tutti tre figli di Lucio. Carli id. T. III. p. LX.

[ocr errors]

DEDIT.

Istriano.

di Trieste.

L. FLAMINIVS. L. F.
HISTER. AVG. TR. MIL.

TITIA, P. F. VXSOR
BABVLLIA. T. F. MATER

Q. FLAMINIVS . L. F.

HISTER. TR. MIL.

SEX. FLAMINIVS. L. F.

HISTER. TR. MIL.

26. QUINTO FLAMINIO istriano figlio di Lucio tribuno militare, come dalla suddetta epigrafe.

27. SESTO FLAMINIO istriano figlio di LuIstriano. cio, è il terzo fratello della suddetta lapida, il quale fu pure tribuno militare.

28. QUINTO PETRONIO MODESTO, Come da lapida rinvenuta in Trieste, e nel 1509 trasportata a Venezia in casa Micheli, riferita dall'Appiani (pag. 352), dal Grutero

(p. 193), da Fra Ireneo (p. 245), e dal Carli ( Id. T. II. p. 167 ) rileviamo che fu due volte primo-pilo della legione xu fulminatrice, e della legione 1 adjutrice; poscia tribuno militare della coorte quinta vittritribuno della duodecima coorte urbana; tribuno della quinta coorte pretoria degl' imperatori Nerva, e Trajano; flamine del Divo Claudio.

ce;

Q. PETRONIVS C. F. PVB. MODESTVS. P. P. BJS.

LEG. XII. FVLM. ET. LEG. I. ADIVTRIC. TRIB, MIL. CON. ▼. VIC.

TR. COH. XII. VRB. TR. COH. V. PR. DIVI. NERVAE. ET. IMP. CAES.

[ocr errors]
[ocr errors]

NERVAE. TRAIANI AVG. GERM. PROVIN, HISPANIAE CITER AVSTRIAE

[ocr errors]

ET GALLAECIARVM FLAMEN. DIVI. CLAV. DEDIT.

[ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

IDEMQVE. Dedicavit.

29.

CAIO PRECELLIO AUGURINO figlio di di Parenzo. Cajo della tribù Papia, il quale nominasi innoltre Vettio, Festo, Crispiniano, Vibio, Vero Cassiano, chiarissimo giovine, fu triumviro capitale; tribuno della legione settima Gemina; patrono della splendidissima colonia degli aquilejesi, dei parenzani, di quelli di Oderzo, e degli emoniesi, al quale benchè giovine di età, la nobiltà e la plebe

di Trieste.

parentana con una collezione di denaro han-
no eretto una statua, nel luogo che 'fu asse-
gnato per
decreto dei decurioni ossia senato-
ri di Parenzo. Tutto ciò leggesi nell'epigrafe
da me illustrata nel Saggio sopra l'Anfitea-
tro di Pola pag. 118. ed esistente tuttora
in Parenzo.

di Trieste.

DECURIONI MILITARI. I.

30. TIBERIO ATTIO ILLARO decurione emerito dell' ala prima Flavia fedele troviamo in lapida di Trieste portata da fra Ireneo p. 124, e dal Carli T. II. p. 97.

CENTURIONI. I.

31. LUCIO ARNIO BASSO della tribù Publicia soldato della legione XV Apollinare, poscia della coorte 1. pretoria, e della coorte 1. dei cittadini romani; quindi centurione, ossia capitano alla testa di centodieci uomini nella legione XIII Gemina; centurione nella legione II Augusta, e finalmente centurione nella legfone VI Vittrice. Tutto

questo rilevasi dalla inscrizione in marmo di Trieste riferita da Fra Ireneo pag. 113, e dal Carli T. II p. 134, colla quale oltre il riscontrare tutti li gradi di milizia per i quali passò il nostro Arnio, rileviamo aver egli eretto a Mercurio, od ara o tempietto, perlochè merita che si riproduca.

MERCVRIO. AVG. SACI....

L. ARNIVS. L. F. BASSVS MIL. LEG. XV. APOL. MIL. COH. I. PRAE. COH. II. C. R. 7. LEG. XIIII. GEM. 7. LEG. II. AVG. 7. LEG. VI. VIC. T. TI. LOCVS. DATVS. D. D.

« PrethodnaNastavi »